La logistica integrata migliora l’efficienza della supply chain coordinando reparti e risorse. Ecco come funziona e quali sono i vantaggi.


La logistica integrata ricopre un ruolo determinante all’interno delle strategie aziendali dell’era digitale.
Perché?
Integrare con un metodo efficace fluidità e trasparenza serve a delineare piani di azione più consapevoli e reattivi, utili a incrementare la produzione e la qualità dei servizi.
Perché tutto funzioni, la logistica è imprescindibile e gioca un ruolo chiave per far sì che i reparti si coordinino in maniera corretta senza causare intoppi.

Vediamo quindi in questo articolo in cosa consiste la logistica integrata e quali sono i suoi concreti vantaggi.

Cos’è la logistica integrata

La logistica integrata è un insieme di processi che gestiscono la pianificazione, l’implementazione e il controllo in azienda, coinvolgendo in maniera attiva i reparti di produzione, di marketing e i settori apparentemente secondari.

economia CTA

Serve per rendere i processi fluidi e trasparenti e aiuta a dare vita a un ecosistema funzionale dove partner, fornitori e collaboratori hanno un ruolo attivo e ben delineato.
Consente una gestione strutturata delle risorse e rende efficiente ed efficace lo stoccaggio di materie prime, semilavorati e prodotti finiti.
Dal punto di origine al punto di arrivo le informazioni risultano sempre disponibili, veloci e sicure e le diverse attività sono perfettamente interconnesse e interdipendenti per ottenere il migliore risultato possibile e soddisfare al meglio le esigenze del cliente.

Grazie alla logistica integrata, quindi, ogni input viene seguito lungo tutte le fasi fino alla sua trasformazione in output, offrendo una panoramica completa di tutti i processi in atto in un’azienda e ottimizzando qualità, tempi e costi.
In questo modo sarà molto più facile conoscere, in qualunque momento, dati come l’esatta posizione di un prodotto, il livello delle prestazioni di un macchinario, l’entità dei KPI e l’eventuale raggiungimento degli obiettivi aziendali.

Dal punto di vista architetturale, la logistica integrata si occupa di gestire correttamente magazzino, trasporti e materiali, integrandosi con varie funzioni del processo aziendale.
Le principali? Funzione di produzione, funzione approvvigionamenti e funzione marketing. E, naturalmente, con tutta la supply chain ovvero la catena di fornitura.
Questo tipo di logistica, infatti, si intreccia perfettamente con il supply chain management, che altro non è che il coordinamento sistematico dei processi aziendali lungo tutta la catena di distribuzione e fornitura, con il fine di migliorare le prestazioni a lungo termine.
Le attività logistiche sono pianificate e si gestiscono con efficacia i rapporti con collaboratori.

I vantaggi

Analizzando più concretamente l’impatto che la logistica integrata può avere all’interno di un’azienda, è utile esaminare tutti i reali vantaggi di questo insieme di strategie.

I benefici principali sono:

  • Migliore efficienza dell’intera filiera e del processo produttivo.
  • Ottimizzazione delle risorse interne.
  • Aumento delle performance.
  • Diminuzione dei costi.
  • Ottimizzazione dei tempi e rapidità del processo.
  • Gestione più efficiente e funzionale dei rapporti con i clienti, gli acquirenti e il mercato esterno.
  • Migliore organizzazione delle tempistiche.
  • Maggiore flessibilità legata a trasporto e distribuzione merci.
  • Possibilità di contare su personale qualificato e competente.
  • Capacità di calcolare e prevedere i rischi.
  • Automatizzazione dello stoccaggio e della movimentazione.
  • Personalizzazione e servizi modulabili.
  • Digitalizzazione e integrazione dei dati.

Come funziona la logistica integrata

Come funziona un processo produttivo gestito da una strategia di logistica integrata?

Nel momento in cui arriva in azienda un ordine di vendita, la Supply Chain si mette in moto e si attuano i piani di gestione programmati.
Il CRM, quindi, comunica con l’ERP (Enterprise Resource Planning) e insieme verificano se la produzione può prendere il via o se le circostanze non sono ancora del tutto idonee.
Se è necessario intervenire, si recuperano le risorse, i componenti o le materie prime mancanti e in formato digitale si inviano le richieste di acquisto.

Si predispongono poi le operazioni legate al trasporto e al deposito merce, scansionando i vari colli e inviando i dati relativi alla centrale operativa in tempo reale.
Si integrano le informazioni con quelle già in possesso e si procede per avviare il ciclo produttivo.
A questo punto si monitorano tutte le fasi del processo di trasformazione e si traccia con cura ogni progresso inviando opportune notifiche al personale interessato.
Il processo termina appena l’output viene emesso, posizionato in magazzino e spedito al cliente, tenendo come principio base la migliore efficienza possibile.

Anche la gestione del magazzino può essere supportata dalla logistica integrata: si possono infatti catalogare le scorte in tempo reale e predisporre degli spazi funzionali che tengano conto di un futuro sviluppo necessario ad adeguarsi all’evoluzione di mercato e tecnologie. Così come pure effettuare lo stoccaggio della merce attraverso sistemi innovativi per la collocazione dei singoli prodotti.
Infine, la logistica integrata può aiutare a gestire meglio i resi provenienti ad aesempio dalle attività di e-commerce.

Per funzionare al meglio la logistica integrata ha bisogno dei giusti strumenti ed è importante dotarsi di un buon software e di eccellenti macchinari operativi che garantiscano produttività e sicurezza.
Anche la componente digitale gioca un ruolo fondamentale, rivelandosi essenziale per gestire i Big Data ed estrapolare le informazioni realmente utili per migliorare l’efficienza.

Grazie a sensori, etichette intelligenti e altre tecnologie si implementano in azienda le logiche dell’Industria 4.0, migliorando la produttività e aiutando a raggiungere gli obiettivi di business.

Gli ambiti applicativi

La logistica integrata può essere implementata con successo in diversi campi, rivelandosi una strategia vincente per moltissime aziende.

Gli ambiti applicativi più importanti sono:

  • Tracciabilità: la logistica integrata offre soluzioni specifiche per il tracking di mezzi e spedizioni in real time, segnalando in automatico ritardi e/o imprevisti.
  • Data analytics: le attività logistiche sono pianificate in maniera dinamica grazie ad algoritmi di Big Data analytics e machine learning.
  • Fleet management: tramite appositi software cloud si gestisce con efficacia la flotta aziendale.
  • Robotica di magazzino: le attività di prelievo e movimentazione sono supportate da sistemi automatizzati.
  • Dispositivi indossabili: i dispositivi personali e indossabili sono connessi al WMS (Warehouse Management System) aziendale e consentono di aumentare l’efficienza dei processi riducendo gli errori e offrendo una maggiore libertà nei movimenti.
  • Autonomous guided vehicles: veicoli automatizzati sfruttati in campo industriale per la movimentazione di merci.
  • Smart pallet: bancali intelligenti dotati di sensori che migliorano la saturazione e riducono l’ingombro sui mezzi di trasporto.